Archivi del mese: novembre 2011

La trasferta di Aprilia

Puoi farci piangere,
ma non puoi farci cedere!

Era il Sanremo del 1985 quando, l’allora cantante quindicenne messicano Luis Miguel, ci fece ascoltare per la prima volta una canzone che avrebbe cambiato la vita di noi giovani d’allora, oggi ragazzi nell’animo, ma con qualche anno in più. Il titolo, “Ragazzi di oggi” è stato, è e sarà sempre di attualità, con quelle strofe mai banali e piene di significato. Il testo, scritto dal mitico Toto Cutugno, riassume le aspettative ed i sogni di chi si sente diverso dal resto, da chi non ha nulla da spartire con il contorno.

Ogni parola, ogni capoverso, riassume il significato delle nostre domeniche. Domeniche come quella appena trascorsa all’esterno del Settore Ospiti del “Purificato”, a sostenere gli undici in campo, mentre i “privilegiati” degli accreditati e degli abbonati dormivano sonni tranquilli invece di essere entusiasti per la loro prima “trasferta” in Serie C. “Siamo diversi ma tutti uguali” cantava Luis Miguel, ma lo siamo veramente diversi, almeno a detta di Osservatorio e Questura, vista la facilità con cui si gira e si rigira, come una frittata in una padella, questa normativa senza senso. Diversi, certamente, lo siamo da chi ci è sfilato affianco col sorriso sulla bocca credendo che “lo stare fuori” ci abbia demoralizzato o abbattuto, ma li capiamo, d’altronde per loro, “stare fuori” vuol dire girare al bivio per Lenola.

“Puoi non comprendere…Noi sappiamo in cosa credere”…continua così la melodia del giovane messicano, a rimarcare quanto sia difficile spiegare a chi non condivide questa passione, l’amore incondizionato che ci spinge a credere nei nostri ideali, che ci spinge a portare una sciarpa al collo, che ci spinge a stare fuori uno stadio fregandocene di falli laterali, rigori e cannonieri, ma con il solo scopo di essere lì a riscaldare con i nostri cori un “cinema muto” con delle marionette come spettatori.

“Dai coloriamo questa Città…e poi vedrai che ti piacerà”…e ci vorrebbe sì un po’ di colore, a colorare i grigi pomeriggi domenicali di coloro che scelgono il Fondi solo se accreditati e liberi dai loro appuntamenti con Sky, Premium, Comunioni, Cresime, Battesimi, Matrimoni e Compleanni del gatto. Colore e calore che puntualmente arrivano solo ed esclusivamente dalla Iacuele, l’unica a crederci oltre il risultato, l’unica porzione del “Purificato” a capire i limiti di una rosa giovane che non ha certo bisogno di insulti per vincere e salvarsi, ma di sostegno e incitamento.

Sì, proprio così, perché come recita il titolo, questo Fondi può farci piangere e dannare per una sconfitta, ma non può farci arrendere o desistere dal continuare la nostra battaglia. L’unica cosa che chiediamo è che, chi và in campo, scenda sul terreno di gioco con lo stesso orgoglio e la stessa cattiveria di chi è costretto a fare chilometri e rimanere fuori gli stadi dove giocano i rossoblu. Sì, perché come ripetuto più volte, possiamo anche perdere con largo scarto, ma ciò che vogliamo vedere è “maglia sudata e sguardo fiero”, perché ciò che indossano i nostri undici non è uno sponsor, ma due colori con 89 anni di storia calcistica.

“Siamo Noi, siamo ragazzi di oggi Noi, dai coloriamo questa Città, e poi vedrai che ti piacerà.”
“Siamo Noi, siamo la Iacuele!”

Risultati&Classifica

Risultati e Classifica della 18a Giornata

Aprilia-Fondi 3-1
Aversa-Chieti 2-0
Campobasso-V.Lamezia 0-1
Catanzaro-Paganese 2-1
Ebolitana-Arzanese 3-2
Fano-N.Frattese 3-1
Giulianova-Vibonese 3-1
Melfi-Gavorrano 0-1
Milazzo-Isola Liri 3-2
Perugia-Celano 2-0
Riposa L'Aquila

Classifica P G V N P
PERUGIA* 36 17 11 3 3
L'AQUILA* 34 17 9 7 1
CATANZARO* 33 17 9 6 2
PAGANESE* 32 17 9 5 3
V.LAMEZIA* 31 17 8 7 2
CHIETI* 27 17 8 3 6
GIULIANOVA 26 18 8 2 8
APRILIA* 25 17 7 4 6
GAVORRANO 24 18 6 6 6
ARZANESE* 24 17 6 6 5
AVERSA* (-1) 21 17 6 4 7
CAMPOBASSO* (-2) 20 17 6 4 7
FANO* (-5) 18 17 7 2 8
EBOLITANA* (-1) 18 17 5 4 8
VIBONESE* 18 17 4 6 7
FONDI* 18 17 5 3 9
ISOLA LIRI* (-2) 17 17 5 4 8
MILAZZO 16 18 3 7 8
MELFI* (-4) 15 17 5 4 8
N.FRATTESE* 15 17 2 9 6
CELANO* 8 17 2 2 13

*una gara in meno

In casa con il Giulianova

200

…100 in meno degli Spartani delle Termopili, sconosciuti fino a qualche anno fa, quando un film li ha resi celebri. Peccato però, che i nostri 200 non siano nemmeno lontanamente paragonabili ai 300 guerrieri di Re Leonida. Infreddoliti e silenziosi sulle tribune del “Purificato”, dove nemmeno una vittoria in rimonta riesce a scaldargli il cuore. Lontani, lontanissimi anni luce dagli Spartani che, seppur in numero esiguo rispetto agli avversari, furono capaci di fronteggiare i ben più numerosi Persiani.

200…tanti quanti i presenti al “Purificato”, ai quali non osiamo sottrarre gli accreditati ed i “portoghesi”, per evitare di arrivare a numeri “ridicoli” per la categoria, anche se ridicoli già lo sono. Non bisogna essere “maghi” per capire che, se proprio vogliamo dirla tutta, siamo rimasti solo Noi a pagare il biglietto. E pensare che c’è chi vorrebbe “qualcosa in più” dai rossoblu…Mah! Il giorno che vedremo la Serie A da più vicino, i paganti saranno ancora meno, visto che salire di categoria vuol dire veder aumentare il costo del biglietto. Dopo una stagione e mezza di Serie C, non è anacronistico affermare che, “non siamo Spartani, ma Fondani, e la differenza si vede”!

E si vede nei comportamenti “infantili” che osserviamo ormai da anni, tra le solite “dicerie” di chi non ha mai visto una gara dei rossoblu ed asserisce che ci sia del “marcio” nei risultati, e chi fa nascere squadre amatoriali con la presunzione di voler calpestare il terreno del “Purificato”, come se la Lodigiani volesse giocare all’Olimpico. E parliamo della Lodigiani, che fino all’avvento della “Cisco”, militava in C e non in Terza Categoria!

La tenacia e l’orgoglio degli Spartani è invece venuto fuori dagli undici in campo, che mai hanno dato l’impressione di soccombere sotto i colpi del Giulianova. Lo svantaggio iniziale, l’ennesimo della stagione, non ha però ammutolito la “Iacuele” ed i rossoblu, gli unici ad assomigliare almeno nell’animo, agli Spartani di Re Leonida. Novanta minuti palpitanti, con un Fondi che ha macinato gioco e divertito anche gli ormai “famosi” 200 che, almeno per una domenica, sembra abbiano dimenticato le “solite critiche”.

Spartani contro Persiani, pochi contro molti, anche se a dire il vero, ad essere in inferiorità numerica era proprio il Giulianova di De Patre, battuto e abbattuto dalle vicende societarie, che hanno lasciato senza stipendi giocatori e staff. Ormai, notizie del genere sono all’ordine del giorno, non serve nemmeno chiamarle “novità”, visto che anno dopo anno, stagione dopo stagione, sempre di più sono le Società che abbandonano i “marinai in alto mare”. Giulianova è solo l’ultima “vittima” in ordine di tempo, caduta sotto i colpi della Lega Calcio, in virtù di iscrizioni e regolamentazioni sempre più selettive, che mettono a dura prova anche le Società più solide economicamente.

Fortunatamente, almeno per il momento, il Fondi sembra navigare a vista ed il tamburo che scandisce il tempo ai marinai sembra tenere il tempo della ciurma. “Non saremo Spartani, ma siamo Ultras!”

Finché Vivrò #8

Copertina che fà il verso ad uno dei nostri cori più gettonati, per quella che è una vera e propria promessa d’amore e fedeltà. All’interno di questo numero, i resoconti della gara casalinga contro il Celano e della trasferta di Aversa. La rubrica Settore Ospiti con i protagonisti di turno, i Giuliesi. Un piccolo pensiero per gli Essepienne Nola, che meritano un elogio particolare per la passione senza limiti che li spinge a percorrere le enormi distanze del girone. Nell’ultima colonna, uno sguardo al Secondo Turno di Coppa Italia, che vedrà i rossoblu impegnati al “Francioni” di Latina il 7 Dicembre. A chiudere, Risultati&Classifica, il Prossimo Turno e le foto delle ultime gare.

Anno IX – Ottavo Atto

Risultati&Classifica

Risultati e Classifica della 17a Giornata

Arzanese-Catanzaro 1-0
Celano-Milazzo 2-0
Chieti-Ebolitana 1-0
Fondi-Giulianova 2-1
Gavorrano-L'Aquila 1-1
Isola Liri-Aprilia 2-0
Paganese-Aversa 1-0
Perugia-Fano 4-1
Vibonese-Campobasso 1-0
V.Lamezia-Melfi 3-1
Riposa N.Frattese

Classifica P G V N P
L'AQUILA 34 17 9 7 1
PERUGIA* 33 16 10 3 3
PAGANESE* 32 16 9 5 2
CATANZARO* 30 16 8 6 2
V.LAMEZIA* 28 16 7 7 2
CHIETI* 27 16 8 3 5
ARZANESE* 24 16 6 6 4
GIULIANOVA 23 17 7 2 8
APRILIA* 22 16 6 4 6
GAVORRANO 21 17 5 6 6
CAMPOBASSO* (-2) 20 16 6 4 6
VIBONESE* 18 16 4 6 6
FONDI* 18 16 5 3 8
AVERSA* (-1) 18 16 5 4 7
ISOLA LIRI* (-2) 17 16 5 4 7
FANO* (-5) 15 16 6 2 8
MELFI* (-4) 15 16 5 4 7
EBOLITANA* (-1) 15 16 4 4 8
N.FRATTESE* 15 16 2 9 5
MILAZZO 13 17 2 7 8
CELANO* 8 16 2 2 12

*una gara in meno

La trasferta di Aversa

Sui binari del cuore

Lo scorso anno, mentre la nostra Città “festeggiava” il proprio Santo Patrono con una misera “fiera di bancarelle”, Noi, a metà mattinata, salivamo sul Diretto per Napoli, proprio per seguire i rossoblu in quel di Aversa. Mentre la nostra Fondi era invasa da zucchero filato e borseggiatori, Noi incitavamo il Fondi dalle tribune del “Bisceglia”, fregandocene di accompagnare le nostre donne tra “vucumprà” e “vuccattà”. Quel giorno, tornammo a casa con una vittoria, una splendida vittoria, e sul Diretto che ci riportò a casa rischiammo il collasso per le troppe risate.

A distanza di un anno, un mese e poco più, ci ritroviamo nuovamente ad Aversa, ancora al “Bisceglia”, e fortunatamente ancora in C2. Rispetto alla scorsa stagione, Maroni & Soci hanno inasprito la normativa relativa all’acquisto dei biglietti per i NON TESSERATI e la sosta al Bar Jenny, questa volta, è infruttuosa. Zero biglietti, ma è solo un particolare! Una volta arrivati fuori lo Stadio, la solita “querelle” per i biglietti, ci dirigiamo al botteghino, ma riceviamo l’ennesimo “no”. Gli stewards, da queste parti, si prendono troppo sul serio, con quegli occhiali da sole sfoggiati anche sotto un acquazzone, ma cosa si può pretendere da chi con un metal-detector ed una radiolina crede di essere uno “sceriffo”?!?

Ma mentre i “gialli” sognano il distintivo, i “blu” dormono sogni tranquilli, e vi assicuriamo che non è uno scherzo. Già, perché, mentre cerchiamo di entrare nel Settore Ospiti, alla guida della camionetta c’è un “tizio” che dorme a bocca aperta, ma è inutile meravigliarsi, siamo in Italia, checché ne dicano i “blu” di Fano. Con chiunque parliamo, che siano gialli o blu, nessuno ci vuol fare entrare, ma riusciamo a vedere una fetta di campo con le due porte dallo spiraglio dell’ingresso del Settore Ospiti.

Dura poco la gioia, perché in concomitanza con la fine del primo tempo, il “capo dei gialli perde le staffe” inspiegabilmente e in un attimo ci ritroviamo un intero reparto celere alle calcagna. Le solite chiacchiere, i soliti “Ma che ci venite a fare!” e la porta del Settore Ospiti che si chiude per non riaprirsi più. Abbiamo solo il tempo di notare che ad Aversa c’è un’Ispettrice di Polizia niente male ed è inutile dirvi che per un Ultras, il sogno erotico ricorrente è proprio un’Ispettrice di Polizia.

Una volta volati via gli “strani pensieri”, comincia la ricerca di un “settore fai da Noi” e lo troviamo quasi subito, quasi fosse un segno del destino: i binari della ferrovia. Pazzi? Incoscienti? Fuori di testa? No, assolutamente, nulla di tutto ciò, semplicemente Ultras. Riusciamo così a vedere gran parte del terreno di gioco, anche se sostenere i rossoblu da lì diventa impossibile. Tra il fischio delle carrozze che sfrecciano ad un palmo dalle nostre sciarpe e le auto che percorrono la strada adiacente, si fa fatica persino a farsi notare dagli undici in campo. La gara termina con una sconfitta per i rossoblu, ma con la consapevolezza che nessuna tessera rende fidelizzati e che la fede, quella vera, quella degli Ultras, non la certifica nessun bancomat. E allora vi chiediamo: “A degli Ultras che mettono in pericolo la propria vita pur di esser vicini ai propri colori, serve una Tessera???”

Risultati&Classifica

Risultati e Classifica della 16a Giornata

Aprilia-Arzanese 3-1
Aversa-Fondi 2-0
Campobasso-Paganese 0-1
Catanzaro-Gavorrano 2-0
Ebolitana-Isola Liri 2-0
Fano-Vibonese 2-1
Giulianova-Chieti 0-1
L'Aquila-V.Lamezia 1-0
Melfi-N.Frattese 3-2
Milazzo-Perugia 0-0
Riposa Celano

Classifica P G V N P
L'AQUILA 33 16 9 6 1
CATANZARO* 30 15 8 6 1
PERUGIA* 30 15 9 3 3
PAGANESE* 29 15 8 5 2
V.LAMEZIA* 25 15 6 7 2
CHIETI* 24 15 7 3 5
GIULIANOVA 23 16 7 2 7
APRILIA* 22 15 6 4 5
ARZANESE* 21 15 5 6 4
CAMPOBASSO* (-2) 20 15 6 4 5
GAVORRANO 20 16 5 5 6
AVERSA* (-1) 18 15 5 4 6
FANO* (-5) 15 15 6 2 7
MELFI* (-4) 15 15 5 4 6
EBOLITANA* (-1) 15 15 4 4 7
VIBONESE* 15 15 3 6 6
N.FRATTESE 15 16 2 9 5
FONDI* 15 15 4 3 8
ISOLA LIRI* (-2) 14 15 4 4 7
MILAZZO 13 16 2 7 7
CELANO* 5 15 1 2 12

*una gara in meno